Benvenuto nel sito Negro Valiani    |    Accedi    |    Registrati    |   
Qualità

Il processo produttivo

Solo olive raccolte dagli alberi senza toccare terra, fresche di giornata e senza residui chimici: ecco perché il nostro olio è più buono. [continua]
Ad ogni partita di olive viene assegnato, da un software dedicato, un codice di rintracciabilità che le accompagnerà nelle successive fasi di lavorazione. Entro 24 ore dalla raccolta, le olive vengono anzitutto pulite: si tolgono le foglie e i rametti, per poi essere delicatamente lavate con acqua fresca. Le olive così pulite, vengono poi macinate con un frantumatore a coltelli: attraverso una particolare operazione di “taglio” delle olive, si evita la liberazione dell’Oleoeuropeina dalla buccia delle olive, e quindi del gusto amaro e piccante dell’olio, e si evita anche lo sviluppo di calore, a tutto vantaggio della qualità dell’olio prodotto.
La pasta di olive così ottenuta viene rimescolata delicatamente da apposite macchine che evitano il contatto con l’aria e la dispersione delle componenti volatili presenti nella pasta di olive: un sistema elettronico ne controlla costantemente la temperatura e garantisce valori termici sempre inferiori a 27 °C.
Le piccolissime particelle di olio vengono separate dalla pasta di olive macinate mediante una centrifuga orizzontale, chiamata decanter: si ottiene così, all’uscita della centrifuga, l'olio mosto, e un sottoprodotto chiamato sansa.
Per finire, l’olio mosto viene avviato al separatore verticale, una macchina che pulisce l’olio dalle particelle di polpa in sospensione eventualmente presenti: l'olio viene quindi conservato in atmosfera protetta e a temperatura controllata, all'interno di silos in acciaio inox, fino al momento del confezionamento finale. Il frantoio è dotato dei macchinari più moderni e tutte le attrezzature sono in acciaio inox: solo così e grazie all'esperienza del mastro oleario, perché nulla è lasciato al caso, riusciamo a preservare le caratteristiche nutrizionali, dietologiche ed organolettiche dell’olio extravergine di oliva che, una volta uscito dal frantoio, parlerà da sé.

Il rispetto dell'ambiente

Anche in frantoio poniamo grande attenzione alle risorse naturali. Sfruttiamo i raggi solari per produrre acqua calda da utilizzare per lavare le attrezzature del frantoio, raccogliamo, durante l'inverno, l'acqua piovana per irrigare gli spazi verdi nel periodo estivo, ma non solo. [continua]
Nella parte del frantoio maggiormente esposta al sole, abbiamo installato vetri bassoemissivi e con camera termica, al fine di ridurre l'irraggiamento solare e proteggerci dalla calura estiva che, nel Salento, ci accompagna per diversi mesi. Anche i sottoprodotti della lavorazione delle olive sono, per noi, prodotti… da valorizzare: foglie e sansa, infatti, durante il periodo di attività del frantoio vengono quotidianamente sparse negli oliveti. Apportiamo così sostanza organica al terreno, lo arricchiamo di sostanze nutritive senza alimentare inutilmente il ‘ciclo dei rifiuti’. Dalle olive, poi, non solo otteniamo l’olio, ma ne separiamo anche la parte legnosa, il nocciolo, che diventa prezioso combustibile per la nostra caldaia a biomassa che riscalda i locali del frantoio e la residenza nei mesi invernali.

Garanzie di qualità

Cerchiamo di offrire il prezzo migliore, ma senza scendere a compromessi con la qualità. Si può e si deve mangiare bene ogni giorno. [continua]
Dosare la giusta quantità, preferire i prodotti di stagione e freschi… scegliere ragionando, senza farsi attrarre da sconti, promozioni, ribassi di prezzo. Nutrirsi bene vuol dire salute, benessere e anche convivialità.
Ecco perché la qualità non può ridursi ad una semplice certificazione: costante ricerca della genuinità, accurate analisi, cura dei dettagli, ma non solo.

Analisi del prodotto

Controlliamo direttamente e interamente il ciclo di produzione, dalle piante di olivo alle bottiglie di olio: nulla è lasciato al caso e tutto è seguito con attenzione e cura. [continua]
Le analisi chimiche non possono che confermare la qualità intrinseca del nostro olio, mentre un'attenta valutazione organolettica, fatta con l'ausilio anche di esperti assaggiatori, è lo strumento più efficace per una costanza qualitativa. Icea, l'Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale, riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali controlla e certifica il rispetto del metodo di produzione da agricoltura biologica delle nostre produzioni.